By / 21st luglio, 2014 / Itinerari, Sport, Tempo libero / Off

nordic-walking-gardasee

Soggiornare sul Lago di Garda non significa solo spiaggia e sport acquatici, anzi. Grazie alla vicina catena del Monte Baldo e alle colline moreniche, è possibile praticare tante altre attività sportive. Tra le tante cose che si possono fare, merita una certa attenzione il Nordic Walking sul Lago di Garda, ossia la famosa “camminata nordica” con i bastoncini.

Nordic Walking sul Lago di Garda: come, dove e quando

Praticare il Nordic Walking sul Lago di Garda è davvero un’esperienza unica. In questo territorio, la bellezza delle acque del lago si unisce ai caratteristici paesaggi di montagna e delle colline moreniche. I percorsi sono tanti e variegati. Un esempio su tutti? I sentieri del Monte Baldo, altura da cui si gode una vista mozzafiato sul Benaco. Arrivando al passo Tratto Spino ,con la funivia che parte dal Malcesine, muniti di scarpe adatte e bastoncini, si può intraprendere un facile e pianeggiante percorso. Praticare la passeggiata nordica all’arrivo della Funivia Malcesine – Monte Baldo è davvero alla portata di tutti, anche dei neofiti della disciplina. La stagione migliore, ovviamente, è l’estate, quando le nevi del Baldo sono del tutto sciolte e la vegetazione è più rigogliosa. Il passo Tratto Spino, posto a 1760 metri sopra il livello del mare, è un’ampia zona sulla cima del Baldo, attrezzata con rifugi, bar e aree per bambini. Si tratta, dunque, di una zona perfetta per le famiglie, in quanto ogni membro può trovare soddisfazione delle proprie esigenze.

Cos’è il Nordic Walking

Dopo aver presentato brevemente uno dei tanti percorsi di Nordic Walking sul Lago di Garda, scopriamo insieme che cos’è la camminata nordica. La definizione più spicciola la descrive un’attività fisica e sportiva che prevede l’utilizzo di bastoni appositi. A differenza della camminata normale, quella nordica richiede l’impiego della forza anche nelle braccia, per muovere i bastoncini. Dunque, non sono solo le gambe a muoversi, bensì quasi tutto il corpo. Ciò rende il Nordic Walking sul Lago di Garda un esercizio fisico completo. Non solo, l’utilizzo di bastoni di sostegno rende l’attività meno faticosa, perché il peso del corpo non si scarica solo sulle gambe e sulla schiena, bensì anche sulle braccia e sul resto del corpo. Per questo motivo, la camminata nordica è adatta a qualsiasi fascia d’età, anche a quella più anziana. Tra i tanti benefici, possiamo ricordare l’aumento della forza e della resistenza dei muscoli, in particolare quelli del tronco; poi, come già accennato, l’alleggerimento dello sforzo sulle caviglie, le ginocchia e l’anca. Infine, un altro beneficio è il miglioramento della stabilità e dell’equilibrio, in quanto i punti d’appoggio durante l’esercizio sono ben quattro, ossia le due gambe e i due bastoni. Per concludere con un breve cenno storico, il Nordic Walking è stato riconosciuto come disciplina sportiva vera e propria nel 1997, quando uno studente finlandese, Marko Kantaneva, dedica la sua tesi di laurea a questa attività. In Italia, la camminata nordica è arrivata nel 2003 in Alto Adige e da qui si è diffusa in tutta la penisola. Ora non è raro incontrare, in montagna ma anche sul lungolago, podisti muniti di bastoncini e coordinazione.