By / 29th luglio, 2014 / Storia / Off

Winston-churchill-lago-garda

Nel 1949, pochi anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, il primo ministro inglese Winston Churchill è venuto in visita in Italia e non in una località qualunque, ma sul Lago di Garda. Il politico britannico alloggiava a Gardone Riviera, ma durante la vacanza ha frequentato spesso Garda e Punta San Vigilio. Ecco il racconto del suo soggiorno gardesano.

Winston Churchill: le vacanze a Gardone Riviera

Dopo la conclusione del secondo conflitto mondiale, Winston Churchill ha visitato l’Italia due volte. La prima nel 1945, soggiornando sul Lago di Como, mentre nel secondo viaggio la meta scelta è stata il Lago di Garda. Nell’estate del 1949, il primo ministro inglese trascorre qualche giorno di vacanza sul nostro lago. Churchill ha alloggiato al Grand Hotel di Gardone Riviera, sulla costa bresciana, ma frequenti sono state le sue trasferte sulle rive veronesi. Il politico britannico e il suo seguito alloggiavano in un appartamento di dodici stanze, al terzo piano dell’ala nuova dell’albergo. Nell’alloggio era stata predisposta una speciale linea telefonica gestita dalle due segretarie del primo ministro, Miss Marston e Miss Gemme. Nonostante fosse in vacanza, Winston Churchill doveva rimanere in contatto continuo con Londra. Oltre che al lavoro, lo statista inglese si dedicava al nuoto e alla pittura, sua grande passione.

Winston Churchill e Punta San Vigilio

Come accennato, il famoso politico inglese, nella sua vacanza italiana, ha frequentato spesso anche Garda. All’epoca, infatti, Punta San Vigilio era frequentata da personaggi famosi internazionali, come il primo ministro Churchill e gli attori Vivien Leigh e Laurence Olivier. Oltre alla bellezza del luogo, la zona era così rinomata grazie anche alla presenza di un cuoco inglese, Leonard Walsh. Lo chef era amico di tanti vip, che venivano a trovarlo nel suo ristorante a Garda. Tra queste celebrità, compare anche sir Winston Churchill, che lasciava volentieri la costa bresciana per trascorrere del tempo a Punta San Vigilio.

winston-churchill-maderno

Winston Churchill: il dipinto sulle rive di Maderno

Come anticipato, Winston Churchill, oltre ad essere un importante statista, era anche un appassionato pittore. Verso la fine di luglio del 1949, armato di tela, cavalletto, colori e pennelli, il primo ministro si reca sulla spiaggia “Ruinà” di Maderno, poco distante da Gardone Riviera. Protetto dalle sue guardie del corpo e dai carabinieri locali, Churchill si posiziona sulle rive della spiaggia con il suo equipaggiamento. Posizionati due ombrelloni e il cavalletto, inizia a dipingere una veduta del Lago di Garda. La sua presenza nella località desta interesse, soprattutto nella stampa, ma anche nella popolazione, che viene però allontanata dal servizio di sicurezza. Tuttavia, mentre il politico inglese è intento a dipingere il paesaggio, dal largo del lago arriva un motoscafo con a bordo, apparentemente, solo il guidatore. Giunto più vicino, dalla stiva fuoriescono dei paparazzi che immortalano il primo ministro. Scacciati a sassate dalle guardie del corpo, i fotografi riescono comunque a rubare degli scatti, che finiranno sui giornali di tutto il mondo. Grazie a questa incursione, si è conservata un’immagine di Winston Churchill intento a dipingere il Lago di Garda, dalla prospettiva del golfo di Maderno.

Per i più curiosi, ecco l’arrivo di Sir Winston Churchill in Italia >>> Churchill atterra a Bergamo